Web: maggioranza americani non leggono blog politici -sondaggio

martedì 11 marzo 2008 11:37
 

di Ellen Wulfhorst

NEW YORK (Reuters) - La maggioranza degli americani non leggono i blog politici, proliferati in questi mesi di corsa alla Casa Bianca, secondo un sondaggio diffuso ieri.

Solo il 22% delle persone interpellate hanno risposto di leggere regolarmente i "diari in rete", diverse volte al mese, secondo l'indagine condotta da Harris Interactive.

I blog politici, su cui scrittori, esperti e altri partecipanti esprimono le proprie opinioni in veri e propri forum online, sono finiti sotto i riflettori nella campagna presidenziale del 2004 e quest'anno. Alcuni dei blog di più alto profilo influiscono sulle strategie delle campagne elettorali, sulla copertura da parte della stampa e sulla percezione pubblica dei candidati e dei temi in discussione.

A differenza dei media tradizionali e generalisti, i blog adottano spesso un punto di vista specifico. I critici contestano il fatto che riportino fatti non verificati, abbiano una scarsa cura editoriale e dispongano di fonti inaffidabili.

Nonostante l'attenzione i blog che suscitano, però, il sondaggio indica che il 56% degli americani dicono di non aver mai letto "weblog" che parlano di politica. Mentre un altro 23% dice di leggerli diverse volte l'anno.

Anche se i blog sono considerati un terreno di predominanza dei giovani, che conoscono meglio Internet, solo il 19% delle persone tra i 18 e i 31 anni e il 17% di quelli nell'età compresa tra i 32 e i 43 anni legge regolarmente un blog politico.

La generazione che più probabilmente legge questo tipi di blog è invece quella degli over 63 anni, col 26% di lettori (e il 23% tra i 44 e i 62 anni), dice il sondaggio.

Secondo la rilevazione, circa il 22% di coloro che si riconoscono nei Repubblicani e il 20% dei Democratici leggono regolarmente i blog politici, rispetto al 26% di coloro che si definiscono indipendenti.

Il sondaggio è stato realizzato online tra il 15 e il 22 gennaio su 2.302 adulti. Non è indicato il margine di errore.

 
<p>La prima pagine del blog tenuta da un'aziana di 95 anni. REUTERS/Miguel Vidal (SPAIN)</p>