Accordo Yahoo-Google sotto esame dei giuristi antitrust

giovedì 19 giugno 2008 11:55
 

WASHINGTON (Reuters) - Google e Yahoo dovranno affrontano un severo scrutinio da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sul loro nuovo accordo, che prevede la spartizione tra le due compagnie di una parte dei ricavi dalla pubblicità online. Lo dicono esperti dell'antitrust.

Google, che detiene oltre il 60% del mercato della ricerca sul web, e Yahoo, che ne possiede il 16,6%, hanno annunciato la scorsa settimana di aver stretto un accordo secondo cui Yahoo metterà a disposizione di Google alcuni spazi pubblicitari del suo sito web, in cambio di una parte dei ricavi di tali inserzioni.

Secondo le due compagnie, grazie a questo accordo gli introiti di Yahoo saliranno da 250 a 450 milioni di dollari nel primo anno, un'alternativa all'offerta da 47,5 miliardi di dollari proposta da Microisoft per una fusione, rifiutata da Yahoo.

Ma l'affare Google-Yahoo - che le due compagnie dicono "limitato" perché non influirà sulla loro indipendenza - fa storcere il naso ai giuristi dell'antitrust.

Bruce McDonald, procuratore antitrust al Jones Day, ha sottolineato che l'accordo potrebbe disincentivare la competizione di Yahoo contro Google, perché la compagnia guadagnerebbe anche dalla pubblicità del suo rivale.

 
<p>Insegna Google nella sede di Mountain View, California. REUTERS/Robert Galbraith (Usa)</p>