Ricerca web su cellulari diventerà un vero affare, dice Mcn

mercoledì 17 settembre 2008 16:50
 

HELSINKI (Reuters) - La pubblicità sulle ricerche online effettuate dai cellulari sta diventando un vero e proprio business e potrebbe valere 2,4 miliardi di dollari entro il 2011, secondo quanto ha affermato un operatore chiave del settore.

Mobile Content Networks (Mcn), che afferma di offrire una funzione di ricerca più adatta alla telefonia mobile rispetto a Google o Yahoo!, ha detto di riscontrare una forte domanda da parte degli operatori mobili.

Mcn, che guadagna dalla pubblicazione di annunci pubblicitari accanto ai risultati delle ricerche sul web via cellulare, sostiene che il mercato è destinato a crescere più del doppio ogni anno con la crescita dell'utilizzo di dati wireless e di contenuti di telefonia mobile.

"Il settore della ricerca sulla telefonia mobile ha iniziato a muoversi da una fase di investimenti a una dove costituisce un business in sé", ha detto in un'intervista Reuters Kimmo Paaso, co-fondatore di Mcn.

Con le reti che crescono sempre più velocemente e la dotazione di browser web per la maggior parte dei cellulari, le compagnie Internet come Google e Yahoo si stanno armando per offrire alla telefonia servizi di ricerca, e-mail, mappe e altre funzioni generalmente molto utilizzate.

"Loro non mi preoccupano. Ciò che offrono è diverso e ci completiamo a vicenda", ha detto Paaso.

La maggior parte delle ricerche effettuate dai cellulari non sono finalizzate a individuare dati generici, ma specificatamente contenuti per il telefono -- soprattutto brani musicali e giochi -- per i quali Mcn ha iniziato a introdurre delle tariffe per i fornitori sul modello del pay-per-click.

 
<p>Il portale Yahoo su un telefonino. REUTERS PICTURE</p>