Energia, presto pannelli solari sui tetti di sei scuole italiane

mercoledì 17 settembre 2008 12:30
 

ROMA (Reuters) - Sei scuole italiane risparmieranno quest'anno sulla bolletta della luce e daranno una mano all'ambiente, grazie a un progetto che prevede l'installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti dei loro edifici.

Agrigento, Comacchio, Grosseto, La Spezia, Palermo e Pesaro -- dice una nota di Legambiente -- sono le città del progetto "My Future", un'iniziativa per l'impianto di pannelli solari capaci di produrre mediamente oltre 7.000 kilowattora all'anno, e di ridurre quindi, nell'arco di 12 mesi, l'emissione in atmosfera di circa 5 tonnellate di Co2 -- pari all'anidride carbonica emessa da un'auto che percorre 1100 km o dal consumo di tre barili di petrolio.

Vodafone, Enel e Legambiente hanno lavorato insieme per l'attuazione del progetto. Attraverso la campagna "Il tuo telefonino ha ancora tanta energia", Vodafone ha raccolto in tutta Italia telefoni cellulari usati -- finora oltre 11.000 -- devolvendo il ricavato della loro rigenerazione al piano "My Future". Legambiente ha contribuito all'individuazione delle scuole adatte, mentre sarà Enel.si -- società del Gruppo Enel che sviluppa e realizza, per famiglie e imprese, impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili -- a curare l'istallazione dei pannelli.

I clienti Vodafone -- continua la nota -- possono ancora contribuire alla realizzazione degli impianti fotovoltaici anche inviando un sms di 3 euro al numero 48535; è inoltre possibile seguire il telefonino nel percorso di rigenerazione attraverso il sito dedicato www.myfuture.vodafone.it .

Il Gruppo Vodafone si è dotato dell'obiettivo di ridurre del 50% delle emissioni di CO2 entro il 2020. Il traguardo -- superiore all'obiettivo fissato alla Ue che prevede un calo del 20% delle emissioni al 2020 -- dovrà essere raggiunto con una sempre maggiore efficienza energetica e con il crescente utilizzo delle fonti rinnovabili.

 
<p>Pannelli solari su un edificio. Foto d'archivio. REUTERS/Denis Balibouse (SWITZERLAND)</p>