Intel ottimista su vendite nuovi processori in Asia-Pacifico

martedì 4 marzo 2008 13:12
 

TAIPEI (Reuters) - Intel, il più grande produttore di chip al mondo, prevede che i suoi nuovi processori traineranno le vendite nella regione Asia-Pacifico, dopo che ieri la società ha tagliato la previsione del margine nel trimestre in corso.

Intel ha presentato un nuovo marchio "Atom" di processori, i cervelli dei dispositivi digitali, che saranno usati su dispositivi mobili con accesso a Internet, piccoli notebook e computer desktop.

Il colosso dei chip vede un largo mercato per i dispositivi tascabili con connessione internet e per il cosiddetto netbook, un Pc a basso costo -- circa 250 dollari.

"Ci aspettiamo che decine di milioni di questi netbook saranno venduti entro il 2011, quindi crediamo sia un mercato molto ampio", ha detto in una conferenza telefonica Navin Shenoy, il nuovo direttore generale di Intel nella regione Asia-Pacifico.

Asustek Computer di Taiwan ha di recente lanciato la sua nuova linea di laptop Eee PC, a basso costo e facili da usare, mentre anche l'azienda leader di Taiwan Acer sta pensando di immettere sul mercato modelli simili entro l'anno.

Secondo dati Idc, le consegne globali di computer portatili cresceranno del 25,6% nel 2008 a 138,6 milioni di unità, fino a 208,7 milioni nel 2011.

 
<p>Una conferenza stampa di Intel e Apple in una foto d'archivio. REUTERS/Lou Dematteis</p>