Tokyo, in mostra robot per futuri genitori o aspiranti dentisti

giovedì 29 novembre 2007 12:06
 

TOKYO (Reuters) - L'Esposizione internazionale dei robot a Tokyo, con circa mille robot in mostra, conferma la passione del Giappone per gli androidi, che i produttori stanno cercando di adattare alle necessità di una società via via più anziana e con una popolazione in calo.

Gli impiegati della Yamazaki, società che produce articoli a scopo educativo, sono occupati ad accudire quattro baby robot che piangono e fanno il ruttino.

I robot importati dagli Stati Uniti, costo 620 dollari, aiutano a insegnare agli studenti e ai futuri genitori come accudire dei neonati.

"Le opportunità di vedere bambini nella società stanno diminuendo", dice Kaoru Nukui della Yamazaki Co, riferendosi al drastico calo nelle nascite, con molte famiglie giapponesi che hanno un solo figlio.

"Il modo in cui gli studenti toccheranno un bambino sarà completamente diverso una volta che avranno guardato, toccato e fatto esperienza con questo 'bambino'", ha aggiunto Kaoru Nukui, dimostrando come gli uomini possano sentire com'è l'allattamento al seno sistemando un sensore a forma di capezzolo sul petto.

Lì accanto c'è l'androide donna Simroid, su una sedia da dentista: valore 635.000 dollari, è stato studiato per consentire agli studenti di odontoiatria di esercitarsi.

"Fa male!", si lamenta Simroid, che si contorce e sbatte le palpebre quando uno studente usa troppa forza. Il petto dell'androide, tra l'altro, si alza e si abbassa simulando la respirazione.

I robot precedenti "apparivano ovviamente diversi dagli umani, così gli studenti potevano essere meno attenti", dice Satoshi Uzuka dell'Ospedale universitario odontoiatrico nipponico. "Ora sono tesi come quando curano un vero paziente".

All'esposizione sono presenti anche produttori di robot stranieri, interessati a una fetta del mercato giapponese della robotica che vale 6,4 miliardi di dollari.

Si stima che l'evento attirerà circa 100.000 visitatori in quattro giorni.