Intel esce dal programma "Un laptop per bambino"

venerdì 4 gennaio 2008 12:49
 

NEW YORK (Reuters) - Intel ha annunciato ieri l'abbandono del progetto "One Laptop Per Child" (un laptop per bambino) e l'uscita dal suo consiglio di amministrazione dopo che quest'ultimo aveva chiesto al produttore di chip di non sostenere altre iniziative nei paesi in via di sviluppo.

One Laptop Per Child (OLPC), un progetto non profit gestito da Nicholas Negroponte, scrittore e docente del Mit, puntava a vendere laptop a 100 dollari l'uno per i bambini più poveri del mondo. Ma a ottobre ha poi cominciato a vendere i pc a 200 dollari attraverso un programma di donatori per finanziare il lancio del programma.

Il cda di OLPC "aveva chiesto a Intel di porre fine al suo sostegno ad altri programmi tra cui quello per il pc Classmate e altri sistemi", ha detto il portavoce di Intel Chuck Mulloy.

Non è stato possibile contattare sul momento un rappresentante di OLPC.

Mulloy ha detto che Intel ha deciso di uscire dopo sei mesi di discussione.

Lo scorso anno Intel ha lanciato Classmate, un laptop per mercati in via di sviluppo, ed è probabile che lanci altri progetti nel 2008. ."Abbiamo sempre detto che ci sarebbero state molte soluzioni. La priorità più importante è rispondere ai bisogni", ha detto il portavoce.

 
<p>Immagine d'archivio di un laptop di Apple con processore Intel. FOR EDITORIAL USE ONLY REUTERS/Apple/Handout</p>