Integralismo islamico: oscurati 4 blog in italiano, 7 denunciati

venerdì 22 febbraio 2008 11:06
 

ROMA (Reuters) - La Digos di Verona ha oscurato quattro blog in lingua italiana che promuovevano il radicalismo islamico, ha riferito un funzionario, precisando che sette persone sono state denunciate.

"Si tratta di quattro blog gestiti attraverso un server italiano: due dal Senegal, uno da Reggio Calabria e l'ultimo da Latina", ha detto al telefono Luciano Iaccarino, dirigente della Digos veronese che ieri ha oscurato i blog, in collaborazione con i colleghi di Latina, Firenze, Reggio Calabria e Torino.

Uno dei blog, "Qital", era gestito dall'ex imam di Carmagnola, Fall Mamour, e un altro dalla moglie Barbara "Aisha" Farina, un'italiana convertita che ha seguito il marito in Senegal dopo l'espulsione.

"Fall Mamour metteva in Rete, tradotti in italiano, proclami di comandanti di al Qaeda - da Osama bin Laden ad al Zawahiri - e incitava al martirio", spiega Iaccarino.

"I due blogger italiani hanno ammesso aperte simpatie per il radicalismo islamico", ha aggiunto il dirigente della Digos.

Le sette persone denunciate - su cinque delle quali sono in corso accertamenti - devono rispondere di istigazione a delinquere con l'aggravante del terrorismo.

L'indagine, che si è avvalsa dei dati tecnici forniti dalla Polizia delle comunicazioni, è stata coordinata dal procuratore della Repubblica di Verona Guido Papalia.

 
<p>Un Internet point. REUTERS PICTURE</p>