Proprietario di sito russo dell'opposizione sarebbe stato ucciso

domenica 31 agosto 2008 15:47
 

NAZRAN, Russia (Reuters) - Il proprietario di un sito Internet d'informazione dell'opposizione nella difficile regione russa dell'Inguscezia è stato ucciso. Lo ha riferito oggi uno dei suoi colleghi, ma le agenzie di stampa dicono che è solo ferito, citando la polizia.

Secondo una notizia apparsa sul sito www.ingushetiya.ru, Magomed Yevloyev sarebbe stato ucciso a colpi d'arma da fuoco. Non ci sono altri dettagli.

Aslanbek Apayev, rappresentante dell'organizzazione umanitaria Moscow Helsinki Group, ha detto a Reuters che figure dell'opposizione in Inguscezia gli hanno detto che Yevloyev è morto.

L'agenzia russa Interfax cita una fonte delle forze di sicurezza secondo cui Yevloyev sarebbe vivo, ma avrebbe riportato una ferita "nell'area della tempia" durante un incidente in cui la polizia aveva cercato di arrestarlo.

Non è stato possibile raggiungere le autorità dell'Inguscezia per una conferma.

Yevloyev è critico nei confronti del leader ingusceto Murat Zyazikov, sostenuto dal Cremlino, che cerca di contenere la ribellione guidata dai militanti islamici.

Zyazikov ha criticato le notizie di Ingushetiya.ru, che quest'anno ha denunciato cercando di farlo chiudere. L'opposizione lo accusa di voler mettere il bavaglio ai dissidenti e alla libertà d'espressione.