21 marzo 2008 / 08:19 / 10 anni fa

Pornografia infantile, 27 indagati per materiale su Internet

<p>Foto d'archivio di un uomo al computer. REUTERS/Chris Pizzello</p>

ROMA (Reuters) - La polizia postale di Catania ha eseguito nei confronti di 27 italiani numerose perquisizioni domiciliari in varie città italiane, per divulgazione di materiale pedopornografico su Internet.

Come si legge in un comunicato, l‘indagine ha riguardato il contrasto alla divulgazione, tramite il nuovo programma peer-to-peer denominato Sharezaa, di materiale pedopornografico su Internet.

Materiale informatico e di altra natura -- videocassette, scritti -- è stato sequestrato in quantità consistente durante le perquisizioni.

Gli indagati acquisivano e diffondevano su Internet video di pornografia infantile.

Le indagini sono state compiute con attività sotto copertura, con il coordinamento del Centro nazionale di contrasto della pedo-pornografia on-line (Cncpo) di Roma.

Le città interessate dalle perquisizioni sono Catania, Palermo, Messina, Mantova, Bolzano, Savona, Milano, Roma, Latina, Nuoro, Rimini, Lecce, Salerno,Venezia, Livorno, Arezzo, Pordenone, Bologna, Vercelli, Modena e Verona.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below