Acceleratore particelle, partito esperimento sul Big Bang

mercoledì 10 settembre 2008 22:27
 

di Robert Evans

GINEVRA (Reuters) - Gli scienziati di tutto il mondo oggi hanno celebrato i primi test con l'acceleratore di particelle che sperano simulerà il "Big Bang" che ha creato l'universo.

Gli esperimenti nel Large Hadron Collider, o Lhc, la macchina più grossa e più complessa mai realizzata e costruita sotto terra, potrebbe dare una spinta alla fisica moderna e svelare segreti sull'universo e le sue origini.

Lo staff nella sala di controllo al confine tra Svizzera e Francia ha applaudito quando il primo fascio di particelle è stato sparato stamani nel tunnel circolare lungo 27 km sigillato ermeticamente.

"Le cose possono andare male in ogni momento", ha spiegato il capo progetto Lyn Evans. "Ma stamani abbiamo avuto un grande inizio".

Ci vorranno settimane o mesi prima che due particelle si scontrino insieme nel grande tubo, e ancora di più prima che gli scienziati possano interpretare i risultati, ha aggiunto Jos Engelen, del Cern, il Centro europea per la ricerca nucleare.

Scienziati in pigiama si sono dati appuntamento al Fermi National Accelerator Laboratory di Batavia, in Illinois, in attesa dei primi segnali della macchina da 9 miliardi di dollari.

Il primo blip è arrivato subito dopo l'accensione della macchina alle 9:30 di stamani, l'1:30 di notte a Batavia, casa di Tevatron, considerato il più grande acceleratore di particelle fino alla creazione di Lhc.

IL MONDO NON E' FINITO   Continua...

 
<p>Scienziati nella sala controllo del Cern di Ginevra seguono l'attivit&agrave; dell'acceleratore di particelle. REUTERS/Fabrice Coffrini/Pool</p>