Cda Telecom: Catania, Ben Ammar, Berger nuovi candidati

mercoledì 26 marzo 2008 17:27
 

MILANO (Reuters) - Il nuovo consiglio Telecom Italia che sembra delinearsi è molto simile a quello attuale con qualche componente in meno, a causa della riduzione a 15 elementi e tre nomi nuovi: il consigliere Mediobanca Tarak Ben Ammar, il consulente Roland Berger ed Elio Catania, consigliere IntesaSanpaolo.

Lo riferiscono fonti vicine alla vicenda, aggiungendo che per quanto riguarda le minoranze "è probabile ci sia una lista di fondi".

Il numero degli indipendenti si restringe. Sarebbero 2 contro gli 8 dell'attuale cda (su 17 consiglieri), Jean Paul Fitoussi e Berger entrambi indicati da Generali. Al gruppo assicurativo, secondo "il principio di proporzionalità" evocato dai patti parasociali di Telco, spettano 3 consiglieri. Il terzo è Aldo Minucci, direttore generale della compagnia, e presidente di Telco.

Il comitato nomine di Mediobanca, riunitosi questa mattina, ha indicato i nomi di Renato Pagliaro e Tarak Ben Ammar, dicono fonti finanziarie.

Pagliaro, presidente del consiglio di gestione di Piazzetta Cuccia, già siede nel consiglio di Telecom, mentre Ben Ammar è consigliere indipendente in quota francese nel consiglio di sorveglianza della banca.

Il consiglio di Telco - la holding partecipata, oltre che da Mediobanca, da Telefonica, Generali, Intesa Sanpaolo e Sintonia della famiglia Benetton - si riunirà venerdì per il varo della lista.

Telefonica ha diritto di designare due persone, quindi è probabile che confermi il presidente del gruppo spagnolo Cesar Alierta e Julio Linares, secondo quanto riferito ieri da fonti.

Intesa Sanpaolo dovrebbe indicare Gaetano Miccichè, già nel consiglio Telecom Italia oltre che responsabile della divisione corporate della banca ed Elio Catania.

Per Sintonia, famiglia Benetton, è probabile la conferma di Gianni Mion.   Continua...

 
<p>Un uomo usa il telefonino. REUTERS/Daniele LA Monaca</p>