Corea del Sud, hi tech protagonista nella campagna elettorale

domenica 16 dicembre 2007 12:07
 

SEOUL (Reuters) - Tempo di elezioni nella Corea del Sud ultraconnessa, ma i raduni nella giovane democrazia asiatica sono silenziosi.

Sono satellite, blog e telefonini i mezzi con i quali i rivali in corsa si contendono gli elettori, in un Paese in cui praticamente ogni adulto ha un telefonino e dispone di una connessione veloce a Internet.

Anche la televisione è passata in secondo piano nella campagna elettorale per un secondo mandato quinquennale.

"Nel 2002, Internet non era molto efficace. ma stavolta tra televisione e Internet è quasi 50-50", ha detto un consigliere del candidato del Grand National Party conservatore, Lee Myung-bak, il favorito alle elezioni di mercoledì prossimo.

Nella campagna presidenziale virtuale, i costosi spot televisivi non hanno creato l'effetto che ha avuto un video ampiamente diffuso su Internet che mostra la moglie di Lee che cucina un pasto che costa meno di dieci dollari.

La sua realizzazione di un saporito pancake ha fatto effetto sui coreani e probabilmente ha rispecchiato la popolarità del marito, dice un esperto. Il video è stato visto 1,3 milioni di volte.

Gli elettori sono anche incoraggiati ad inviare messaggi telefonici per commenti di sostegno, o foto che documentino modi illeciti di fare propaganda, oppure di scaricare canzoni e immagini della campagna elettorale.

Ma sono state le leggi stesse a spingere alla tecnologia. Perchè le rigorose norme elettorali per evitare trucchi o pratiche illegali, in un Paese che ha avuto il suo primo presidente eletto democraticamente nel 1987, non consentono più ai candidati di girare in autobus fra migliaia di sostenitori pagati per il rischio di incorrere in bustarelle.

Ciò ha significato la fine dei grandi raduni e si è passati a manifestazioni più contenute con alcune centinaia di persone, usando camion con grandi schermi televisivi che portano in giro le immagini via satellite dei candidati impegnati nei loro discorsi elettorali.

Lee ed il suo rincipale rivale, il candidato liberale Chung Dong-young, hanno circa 500 schermi giganti montati su camion che portano il loro messaggio in giro per il Paese.

 
<p>Ragazzi al computer in un Internet Caf&egrave;. REUTERS/ Nir Elias</p>