Borsa Usa avanza grazie a solide trimestrali, debolezza dollaro

mercoledì 20 ottobre 2010 19:38
 

NEW YORK, 20 ottobre (Reuters) - Risultati e outlook solidi dell'industria Usa e una flessione del dollaro hanno sollevato la piazza di Wall Street e le materie prime, con i titoli legati a materiali ed energia in testa.

Le banche tuttavia sono state meno brillanti, a causa dell'incertezza per i loro risultati e per il possibile obbligo di riacquisto di bond legati ai mutui. Il calo di oltre il 10% nelle richieste di mutui nel corso dell'ultima settimana hanno gravato sul settore.

"Le richieste di mutui potrebbero danneggiare [le banche] dato che fondamentalmente c'è un problema in quel settore e non ci sono molti acquirenti", ha detto Peter Jankovskis, funzionario capo per gli investimenti per Oakbrook Investments LLC a Lisle, Illinois, aggiungendo che la flessione del dollaro ha rafforzato le materie prime e ha sollevato i titoli collegati.

Gli occhi degli investitori sono ora puntati sulla pubblicazioen del Beige Book, atteso per le 20,00 ora italiana.

Alle 19,30 italiane il Dow Jones .DJI guadagnava oltre 160 punti e saliva dell'1,48%, mentre lo Standard & Poor's 500 .SPX avanzava dell'1,34% a quota 1.181,55, recuperando apmpiamente la barriera tecnica di 1.173 forata ieri. Rialzo di oltre 1% anche per il Nasdaq Composite .IXIC.

BANK OF AMERICA (BAC.N: Quotazione) arretra per la quinta seduta su sei (-1,1%), toccando il suo minimo da giugno 2009 a 11,21 dollari. Non è stata di aiuto nemmeno MORGAN STANLEY (MS.N: Quotazione) che, a sopresa, ha chiuso il terzo trimestre in perdita, perdendo così terreno rispetto alla sua rivale GOLDMAN SACHS (GS.N: Quotazione).

BOEING (BA.N: Quotazione) balza del 3,2% dopo aver riportato un utile sopra le attese e alzato la guidance sull'intero anno.