Cina allenta restrizioni su investimenti stranieri

lunedì 13 settembre 2010 10:05
 

SHANGHAI, 13 settembre (Reuters) - La Cina sta revisionando il catalogo di investimenti stranieri nell'intento di aumentare il numero di settori per i quali questi capitali sono permessi o incoraggiati, ha detto oggi un alto funzionario.

Liu Yajun, direttore generale del Ministero del Commercio del Dipartimento degli Investimenti Stranieri, ha detto nel corso di una conferenza a Shanghai che il nuovo catalogo farà diminuire il numero di settori in cui gli investimenti stranieri sono banditi o sottoposti a restrizioni.

Liu è solo l'ultimo dei funzionari cinesi che, nelle ultime settimane, hanno rassicurato gli investitori stranieri che lamentano sempre più un'apertura del mercato cinese inferiore alle aspettative, lontana da quella definita nel 2001 in occasione dell'adesione del colosso asiatico al World Trade Organisation.

"Speriamo che gli investitori stranieri e le società straniere valuteranno oggettivamente il clima economico cinese. L'apertura della Cina non può cambiare e non cambierà", ha detto Lu.

"La Cina accoglie con piacere investimenti stranieri ma, per essere sostenibili, è necessario che siano di beneficio per ambo le parti".

Pechino pubblica periodicamente un catalogo che descrive in dettaglio i settori in cui gli investimenti stranieri sono incoraggiati, permessi, sottoposti a restrizioni o proibiti. Il catalogo è oggetto di revisione una tantum.

Il vice presidente Xi Jingping ha detto settimana scorsa che la Cina tratterà con correttezza gli investimenti stranieri, per i quali vorrebbe diventare il principale polo attrattivo al mondo.

Gli investitori europei ed americani hanno espresso però delle riserve, sostenendo che questo potrebbe essere un passo indietro nel processo di riforma.