Parmalat, processo banche: patteggiano Ubs e tre manager

venerdì 31 ottobre 2008 10:40
 

MILANO, 31 ottobre (Reuters) - Ubs UBSN.VX ha patteggiato oggi davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Milano la sanzione pecuniaria di 500.000 euro e la confisca di un milione di euro nell'ambito del processo stralcio in corso a Milano per aggiotaggio nell'ambito del crack Parmalat (PLT.MI: Quotazione) che vede imputate fra gli altri le banche straniere Citigroup (C.N: Quotazione), Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione) e Bank of America (BAC.N: Quotazione).

Il patteggiamento è stato formalizzato in aula nel corso dell'udienza che è stata poi rinviata al 5 novembre. Contestualmente nell'ambito dello stesso processo, hanno patteggiato oggi anche due manager Ubs all'epoca dei fatti, Fabio Lisanti e Patrizia Cozzoli: sei mesi di reclusione per aggiotaggio convertiti in una pena pecuniaria di 6.450 euro. La stessa pena è stata patteggiata dall'ex funzionario di Deutsche Bank, Massimo Armanini.

Le banche sono imputate in base alla legge 231 per la responsabilità amministrativa delle società nei reati commessi dai propri funzionari. In questo caso sotto processo per l'imputazione di aggiotaggio.