Opa, Italia tratterà direttamente con fondi sovrani - Frattini

domenica 19 ottobre 2008 13:45
 

ROMA, 19 ottobre (Reuters) - Il governo italiano negozierà direttamente con i fondi sovrani che vogliono investire in Italia per evitare Opa ostili nei confronti delle società italiane. Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini.

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi la settimana scorsa aveva lanciato l'allarme sul fatto che la crisi finanziaria globale avesse reso le società italiane più vulnerabili a Opa ostili da parte dei fondi sovrani che dispongono di ingenti capitali e aveva annunciato che governo autorità di borsa avrebbero lavorato a misure per difendere le aziende nazionali.

"Fino ad ora, i fondi sovrani avevano le merchant bank come intermediari, d'ora in poi invece, il diretto intermediario sarà il governo", ha detto Frattini durante una vista negli Emirati Arabi Uniti, secondo quanto confermato da un portavoce.

Il governo ha istituito un comitato strategico composto da 12 membri provenienti dai ministeri degli Esteri e dell'Economia a valutare di volta in volta le offerte dei fondi sovrani sul mercato italiano per assicurarsi che non siano contro gli interessi nazionali e seguano le regole della trasparenza.

"Lo scopo del comitato è di valutare, dissuadere le iniziative pericolose e incoraggiare quelle utili", ha detto Frattini.

A una domanda se ci sia motivo di timori di Opa ostili da parte di nazioni produttrici di petrolio, il ministro ha risposto che ci sono alcuni fondi asiatici le cui intenzioni non sono chiare, senza fornire altri dettagli.

Con una mossa che ha sorpreso positivamente i mercati, la Libia ha acquisito il 4,23% delle azioni di Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) e ha manifestato l'intenzione di salire al 5%.