Assoreti, famiglie fedeli a investimenti in prodotti finanziari

martedì 31 marzo 2009 18:06
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Crisi o non crisi, la percentuale di famiglie italiane che investono in prodotti e servizi finanziari è rimasta praticamente intatta - 44% nel primo scorcio di 2009 contro il 45% medio dell'ottobre 2007 - e nel caso dei clienti di promotori finanziari la quota è addirittura salita all'80 dal 78%.

La risposta alle tempeste dei mercati si è tradotta piuttosto in un aumento della richiesta di informazione sui propri investimenti: la conoscenza del grado di rischio è salita al 60% dal 53 - per i clienti di promotori al 71% dal 65 - e coloro che sono capaci di fornire indicazioni selettive sui propri investimenti sono ora il 76% dal 67 e addirittura salgono all'84% dal 79 tra i clienti di promotori.

Lo dice l'ultima edizione dell'Osservatorio curato da Gfk-Eurisko per Assoreti, associazione delle societa' che si occupano del collocamento dei prodotti finanziari al pubblico.

Al contrario di quanto è avvenuto per il "rosso profondo" dei fondi comuni, il contesto della raccolta delle reti è stato salvato dal boom del risparmio amministrato - 15.876 milioni di euro - che ha nel 2008 ben più che compensato i quasi 9.587 milioni di deflusso dal segmento del risparmio gestito, consentendo un saldo positivo di circa 6.288 milioni.

In questo quadro, rileva il sondaggio, è ovviamente scesa per effetto del calo dei valori mobiliari solo la quota di patrimonio medio investita in prodotti finanziari, sotto il 50% dal 58 per gli investitori in generale e al 57% dal 65 per clienti di promotori.

Il cliente tipo, che ha sopportato le perdite (solo il 16% degli intervistati lamenta la mancanza di interventi tempestivi per limitare l'erosione del portafoglio) lamenta soprattutto i casi di mancanza di informazioni, oggetto del 55% delle risposte scontente.

Quanto alle prospettive, il 50% degli intervistati dice che non intende cambiare la composizione del portafoglio (56% tra i clienti di promotori), il 26% guarda a prodotti più sicuri e un contenuto 9% pensa di ridurre o abbandonare gli investimenti.

Le interviste dell'Osservatorio Assoreti sono state condotte in febbraio su 1.200 capifamiglia con conto corrente o polizze assicurative, di cui circa 440 clienti di promotori finanziari.