SINTESI-Fiat-Chrysler,Obama annuncia intesa,possibilità successo

giovedì 30 aprile 2009 19:34
 

(unisce storie)

di Stefano Rebaudo

WASHINGTON, 30 aprile (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama ha annunciato ufficialmente l'accordo tra Fiat FIA.MI e Chrysler, confermando che la più piccola delle big 3 dell'auto Usa ricorrerà a una procedura di fallimento pilotato come prevista dal Chapter 11.

"Sono lieto di annunciare che Chrysler e Fiat hanno formato una partnership che ha forti possibilità di successo" ha detto aggiungendo che per la casa Usa si tratterà di un "nuovo inizio".

Come era stato anticipato da un funzionario dell'Amministrazione pochi minuti prima, Obama ha spiegato che la procedura di fallimento sarà veloce ed efficiente e si è detto fiducioso che Chrysler ne emergerà più forte e competitiva. L'accordo Fiat "dà a Chrysler la possibilità non solo di sopravvivere ma di prosperare".

Nel discorso di Obama anche una critica "al piccolo gruppo di speculatori" che con il suo rifiuto di accettare il piano del governo ha messo a rischio il futuro della casa automobilistica.

MARCHIONNE, SOLUZIONE IMPORTANTE, ALFA E 500 IN USA

L'amministratore delegato di Fiat FIA.MI Sergio Marchionne dice che l'alleanza con Chrysler è un passo importante per l'azienda Usa e per il settore e promette il lancio di Alfa Romeo e Cinquecento sul mercato Usa. Fiat w Chrysler insieme hanno una potenza d'urto di 4,16 milioni di auto vendute ogni anno.   Continua...