PUNTO 1 - Ratti, Marzotto e Favrin rilevano maggioranza

venerdì 30 ottobre 2009 19:34
 

(aggiunge dettagli da comunicato, background)

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Marzotto e Faber Five, società che fa capo ad Antonio Favrin, hanno rilevato la maggioranza di Ratti (RATI.MI: Quotazione).

L'operazione, si legge in un comunicato, prevede un doppio aumento di capitale, per complessivi oltre 25 milioni di euro, l'integrale copertura delle perdite che risulteranno realizzate dalla società al 30 settembre scorso, la ristrutturazione dell'indebitamento finanziario della società e l'implementazione di un piano di ristrutturazione e sviluppo industriale.

Marzotto e Favrin non intendono promuovere offerte pubbliche d'acquisto su Ratti e, pertanto, l'operazione è condizionata al via libera della Consob all'esenzione dall'obbligo di Opa.

L'accordo contempla la copertura delle perdite al 30 settembre scorso mediante riduzione del capitale sociale per un importo corrispondente e un successivo aumento di capitale per un importo di 25,251 milioni di euro, mediante emissione di 221.500.000 azioni.

L'emissione di nuove azioni sarà articolata in due tranche. La prima fase sarà un aumento di capitale inscindibile con emissione di 39 milioni di titoli, da offrire in opzione al prezzo di 0,114 euro per azione, per un importo complessivo di 4,446 milioni.

La seconda parte dell'operazione sarà un aumento inscindibile con emissione di 182.500.000 azioni, offerte in sottoscrizione a Marzotto e Faber Five (metà ciascuno), al prezzo di 0,114 euro per azione, per un importo complessivo di 20,805 miioni di euro.

L'assemblea straordinaria di Ratti chiamata a pronunciarsi sulle proposte di cui sopra dovrebbe tenersi entro la fine dell'anno e gli aumenti potranno essere eseguiti entro il primo trimestre 2010.   Continua...