30 settembre 2009 / 12:46 / 8 anni fa

PUNTO1-UniCredit,conferiti immobili per 574 mln a fondo REAM sgr

(aggiunge dichiarazioni Fiorentino, REAM)

MILANO, 30 settembre (Reuters) - UniCredit Real Estate (CRDI.MI) ha stipulato ieri un atto di apporto per il conferimento di un portafoglio di immobili da circa 574 milioni al fondo immobiliare di tipo chiuso gestito da Ream sgr.

Lo si legge in un comunicato distribuito in occasione di una conferenza stampa durante la quale il vice AD di UniCredit, Paolo Fiorentino, ha anticipato che in serata verrà resa nota un'altra operazione immobiliare.

Secondo quanto riferito da una fonte a Reuters, si tratta di un apporto di immobili per 600 milioni di euro al fondo Omicron Plus costituito a fine 2008 e gestito da Fimit.

UniCredit punta indicativamente a portare il proprio portafoglio immobiliare a circa 6 miliardi di book value, ha aggiunto Fiorentino.

CONFERIMENTO A FONDO GESTITO DA REAM

L'operazione annunciata oggi ha un valore di apporto pari a 574 milioni: "230 milioni di equity e 344 milioni di finanziamenti", ha dettagliato Fiorentino precisando che il valore di mercato degli immobili supera di poco i 670 miliardi.

La maggioranza delle quote del fondo emesse a fronte dell'apporto è stata già ceduta ad "investitori qualificati identificati da Ream" tra cui Fondazione Crt e le altre fondazioni bancarie azioniste della sgr.

Tale cessione genera una plusvalenza netta imputabile al terzo trimestre pari a 110 milioni per UniCredit.

La razionalizzazione del patrimonio immobiliare di Piazza Cordusio continuerà anche nei prossimi mesi, ha spiegato ancora Fiorentino.

"Il nostro portafoglio immobiliare, non considerando l'operazione appena annunciata e una che verrà resa nota in serata e che coinvolge un fondo chiamato 'Omicron Plus2', si aggira intorno agli 8,8 miliardi", ha detto il manager.

"Per quest'anno non prevediamo altre operazioni (oltre a queste due) ma nel primo semestre 2010 riprenderemo il piano di razionalizzazione degli immobili in portafoglio, e in particolare quelli ex-Capitalia. L'obiettivo, solo indicativo, è di arrivare ad un 'book value' immobiliare' sui 6 miliardi".

Secondo la fonte vicina al dossier, "oggi viene fatto un apporto per 600 milioni di UniCredit al fondo gestito da Fimit. Si tratta del secondo apporto a Omicron Plus", dice la fonte.

A fine giugno due fonti vicine al dossier avevano riferito che UniCredit stava lavorando a un possibile secondo apporto di immobili del valore di circa 640 milioni di euro a Omicron Plus.

Intanto "e' entrato nel fondo Omicron della Fimit GIC, Singapore Investment Corporation, che ha acquistato tutte le quote residue del primo apporto pari a 80 mln di euro e opzionato le quote disponibili del secondo apporto per 160 mln di euro", ha proseguito la fonte.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below