Eni ha già risposto a suggerimenti Knight Vinke - Scaroni

mercoledì 30 settembre 2009 13:48
 

ROMA, 30 settembre (Reuters) - L'Eni (ENI.MI: Quotazione) ha già risposto con una lettera ai suggerimenti avanzati dal proprio azionista americano, il fondo Knight Vinke che detiene circa l'1% dei capitale. Se arriveranno altri suggerimenti, dirà qual è il suo pensiero in proposito.

Lo ha detto l'amministratore delegato dell'Eni, Paolo Scaroni, a margine di un incontro con una delegazione pachistana, rispondendo alle domande dei cronisti sulle osservazioni avanzate dal fondo americano sulla gestione societaria.

"Mediamente il nostro atteggiamento, il mio in particolare, di fronte a queste attività è positivo. Su questi suggerimenti ho ricevuto una lettera e ho già risposto con una missiva a fine luglio, che renderemo pubblica questo pomeriggio. Se verranno altri suggerimenti, diversi da quelli già espressi, li vedremo, ci faremo le nostre idee e diremo come la pensiamo", ha detto Scaroni.

L'amministratore delegato ha aggiunto che "avere persone intelligenti che conoscono la nostra azienda, manifestano condizioni e le rendono pubbliche è una cosa positiva noi non pensiamo né di essere infallibili né di essere gli unici che pensano al benessere dell'azienda e degli azionisti, ma a quei suggerimenti abbiamo già dato risposta".

Knight ha proposto una ristrutturazione aziendale con una diversificazione fra produzione di gas e petrolio e la distribuzione.