Opel, maratona trattative si chiude senza accordo

giovedì 28 maggio 2009 07:33
 

* Trattative senza accordo, si profila gara tra Fiat e Magna

* Per tedeschi colpe di GM e amministrazione Usa

BERLINO, 28 maggio (Reuters) - Il destino della casa automobilistica tedesca Opel resta in bilico, dopo che la maratona di trattative culminata negli incontri di ieri ha mancato di portare a un accordo sul possibile acquirente e sulle modalità di protezione del gruppo in caso di fallimento della controllante General Motors (GM.N: Quotazione).

Lo hanno detto ministri del governo tedesco alla fine delle oltre 12 ore di colloqui di ieri, chiarendo che nella gara per Opel restano ora soltanto due rivali, Fiat FIA.MI e la austro-canadese Magna MGa.TO.

Il ministro dell'Economia Karl-Theodor zu Guttenberg ha detto ai giornalisti che il governo tedesco attende risposte da GM e dal governo americano per venerdì e ha aggiunto di sperare in un accordo per quel giorno. Non c'è stato accordo definitivo sul finanziamento ponte per Opel, ha aggiunto.

Il responsabile delle Finanze Peer Steinbrueck ha chiarito che tra i pretendenti non c'è più il gruppo di provate equity RHJ International RHJI.BR e che ora si tratta di un testa a testa tra italiani e Magna MGa.TO.

"Abbiamo fatto richieste al Tesoro Usa e aspettiamo risposte per venerdì, che ci serviranno per concordare un piano" ha detto Guttenberg.