Gestioni globali,a maggio stabili peso equity e bond - sondaggio

giovedì 28 maggio 2009 16:10
 

LONDRA, 28 maggio (Reuters) - Gli investitori hanno lasciato invariato il peso dell'azionario in portafoglio a maggio: la preoccupazione per la sostenibilità del rally ha controbilanciato la maggiore propensione al rischio in un mese che ha visto le borse globali (indice MSCI .MIWD00000PUS) apprezzarsi del 6%, scambiando tuttavia in range relativamente stretto nelle ultime due settimane.

E' quanto emerge da un sondaggio condotto da Reuters tra 46 primarie case di investimento in Stati Uniti, Gran Bretagna, Europa continentale e Giappone.

In media gli asset investiti nell'azionario sono rimasti al 55,6% (dal 55,7% di aprile), quelli in bond al 34,8%, mentre la liquidità è scesa leggermente al 5% (dal 5,3%).

La parte restante è stata allocata in investimenti alternativi come i fondi hedge e l'immobiliare.

L'allocazione risulta tuttavia differente da regione a regione: gli investitori anglossassoni (Stati Uniti e Regno Unito) hanno aumentato l'esposizione all'equity, mentre quelli europei e giapponesi l'hanno, al contrario, ridotta.

Gli investitori appaiono più cauti dopo il forte recupero delle borse dai minimi di marzo e adesso cercano conferme della ripresa dell'economia globale.

"Anche se sono cautamente ottimista, l'attenzione del mercato si sta spostando dalla semplice sopravvivenza alla sostenibilità", ha detto Alan Gayle, senior investment strategist di RidgeWorth Investments ad Atlanta.

"La sopravvivenza ha fruttato un rally del 35% negli ultimi mesi ma il prossimo movimento in avanti ha bisogno di qualche cosa di più di notizie meno cattive", ha aggiunto.