Generali, Algebris riduce quota allo 0,048%, Serra in assemblea

venerdì 24 aprile 2009 11:30
 

TRIESTE, 24 aprile <Reuters) - Il fondo Algebris, che lo scorso anno aveva espresso forti critiche al sistema di governance di Generali (GASI.MI: Quotazione), è presente all'assemblea del gruppo triestino con lo 0,048% contro lo 0,52% dell'anno scorso.

E' quanto emerge dal libro soci e dall'elenco dei soci presenti all'assemblea odierna sul bilancio 2008.

Davide Serra, tra i fondatori del fondo, è comunque presente in assemblea. Nessuna novità sostanziale per ciò che riguarda gli altri azionisti.

Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) è il primo azionista con il 14,05%, seguito da Banca d'Italia con il 4,44% e dal gruppo B&D di Marco Drago (De Agostini) con il 2,68%.

L'imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone è all'1,47% del capitale.

UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) mantiene il 3,069% senza diritti di voto, Barclays (BARC.L: Quotazione) resta al 2%, mentre Delfin di Leonardo Del Vecchio è all'1,99%.

Stabili, rispetto alle ultime comunicazioni rese al mercato, anche Fondazione Cariplo (1,62%), Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) (1,49%), Inv AG (1,43%), scatola creata da Mediobanca per promuovere investimenti nel gruppo triestino, gruppo Benetton (1,02%), Fondiaria-Sai FOSA.MI con l'1,01%.

Limate le quote della holding Ferak (all'1,46% dall'1,54%) e di Banca Carige (CRGI.MI: Quotazione) (allo 0,50% da 0,99%).