No aumento capitale membro patto non comporta obbligo Opa-Consob

lunedì 23 marzo 2009 17:59
 

MILANO, 23 marzo (Reuters) - La mancata partecipazione a un aumento da parte di un socio di un patto parasociale non comporta l'obbligo di promuovere un'offerta pubblica d'acquisto sulla società quotata.

E' la conclusione a cui è giunta la Consob, come si legge nella newsletter della commissione, riferendosi a un caso che sarebbe riconducibile a Seat Pagine Gialle PGIT.MI.

Le delibere assembleari di aumento di capitale, riporta la newsletter, "non paiono tali da determinare un mutamento sostanziale degli assetti di potere o delle regole di funzionamento interne al patto".

La Consob, inoltre, nel caso in esame, ha stabilito che possono considerarsi come "orginariamente spettanti" anche i diritti di sottoscrizione relativi a partecipazioni che siano state acquistate successivamente a una delibera di aumento di capitale e prima dell'esecuzione della stessa.

La commissione, però, sottolinea che va verificata "l'insussistenza di intenti elusivi dell'obbligo di offerta pubblica".

I fondi che detengono la partecipazione di maggioranza di Seat, riuniti in un patto, hanno varato un aumento di capitale, che non è stato sottoscritto da uno dei partecipazioni (Bc Partners).