Trading, IG Markets sfida in Italia broker online con Cfd

mercoledì 22 ottobre 2008 16:28
 

MILANO, 22 ottobre (Reuters) - IG Markets, società attiva nell'offerta di derivati finanziari, apre un ufficio in Italia con l'obiettivo di fare concorrenza ai broker online.

IG Markets è specializzata nei contratti per differenza (Cfd), ovvero derivati che prevedono lo scambio di flussi finanziari fra due parti derivante dal differenziale tra i prezzi di un'attività finanziaria sottostante, rispettivamente al momento dell'apertura del contratto e al momento della chiusura.

I Cfd consentono di prendere posizioni sui mercati finanziari in via sintetica e "rappresentano il prodotto privilegiato dagli hedge fund per andare short", h spiegato nel corso di una conferenza stampa Alessandro Capuano, managing director di IG Markets Italia. Sul London Stock Exchange costituiscono il 40% degli scambi.

Il successo di questi derivati a Londra, ha proseguito, è legato al fatto che sono esenti dal pagamento dell'imposta di bollo, che grava sulle transazioni fisiche di titoli azionari.

I Cds hanno un effetto leva molto forte, che varia dal 10 al 25% per le azioni o che è costituita da una quota fissa nel caso di indici e valute, ma le perdite possono essere limitate con inserimento di stop loss.

L'ufficio a Milano arriva a due anni dalla creazione di un desk che segue il mercato italiano da Londra. "Il nostro obiettivo è fornire il servizio di sostituto d'imposta", ha detto Capuano "da gennaio saremo pronti".

Il target di IG è il mercato dei trader online, 100.000 investitori stimati nel nostro Paese, cui vengoo offerte due piattaforme via Web, per i cellulari e per l'iPhone.

L'attuale fase di mercato non penalizza IG: "C'è una tale sfiducia nel sistema dei fondi comuni che gli investitori preferiscono fare da sé", per Capuano.

Penalizzante è stato invece lo stop, voluto da Consob, alle vendite allo scoperto. "E' una reazione politica (...) lo short non è un male" ha ribadito Tim Howkins, ceo di IG Group.

In queste settimane di turbolenza e volatilità i Cfd hanno ovviamente impazzato, ha tenuto a sottolineare Capuano. I più scambiati in Italia? Quelli su Tenaris (TENR.MI: Quotazione) e Fiat FIA.MI, che sollecitano l'attenzione degli investitori esteri.