20 agosto 2009 / 16:54 / 8 anni fa

Private equity, Investindustrial verso fondo supporto - stampa

MILANO, 20 agosto (Reuters) - Investindustrial, l'operatore di private equity che fa capo alla famiglia Bonomi, è vicino a chiudere la raccolta di un fondo da utilizzare a supporto degli investimenti effettuati tramite il fondo III.

Secondo quanto si legge nella newsletter PrivateEquityOnline, che cita "fonti vicine alla situazione", Investindustrial ha raccolto 100 milioni di euro, ma un investitore dice che potrebbe arrivare a 120 milioni.

Contattata da Reuters, Investindustrial non ha voluto commentare.

Obiettivo del fondo è fornire capitali per l'espansione alle società partecipate dal fondo III, chiuso nel 2005 con una raccolta di 500 milioni di euro.

Fra le partecipate del fondo III figurano Ducati, AEB Group, Morris Profumi, Polynt e Stroili Oro.

Il fondo, secondo una fonte citata dalla newsletter, non fornirà finanziamenti alle società in condizioni distressed, aggiungendo che Investindustrial sta raccogliendo altri fondi a questo scopo.

Investindustrial a fine dicembre ha chiuso la raccolta dell'ultimo fondo dedicato ai buyout, IV, a quota 1 miliardo.

La raccolta di fondi di dimensioni limitate per supportare la crescita delle aziende in portafoglio (cosiddetti "annex funds") potrebbe caratterizzare la seconda parte dell'anno dell'industria del private equity.

Gli operatori, infatti, hanno difficoltà a convincere gli investitori a sottoscrivere commitment per quote di mega-fondi. Ma piccoli fondi, che magari garantiscono un ritorno in tempi più brevi, potrebbero attirare fondi pensione e altri investitori istituzionali. D'altro canto, storicamente i rendimenti degli annex funds sono stati modesti.

Il trend, però, sembra favorevole a questi prodotti. Kkr, secondo quanto riferito da una fonte vicina al colosso dei buyout, ha chiuso la rccolta di un annex fund per supportare le società partecipate attrverso il secondo fondo europeo, che ha raccolto oltre 400 milioni di euro.

Kkr non ha voluto rivelare l'ammontare del fondo. L'operatore di private equity è a caccia di 400-700 milioni di euro per finanziare la crescita delle partecipate.

Secondo diverse fonti contattate da Reuters, anche Graphite Partners e Nordic Capital sono in raccolta di fondi a supporto dei portafogli esistenti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below