PUNTO 1 - Citi e BofA in forte calo per timori nazionalizzazione

venerdì 20 febbraio 2009 16:11
 

(riscrive, aggiungendo background, commenti e quotazione titoli a Wall Street)

FRANCOFORTE, 20 febbraio (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) TRV.F e Bank of America (BAC.N: Quotazione) (BAC.F: Quotazione) precipitano in apertura, minati dalle crescenti paure di una possibile nazionalizzazione che estrometterebbe gli azionisti.

Poco dopo l'apertura i titoli cedono rispettivamente il 18% a 2,06 dollari e il 14% a 3,38 dollari, trascinandosi dietro gli altri maggiori istituti Usa con JP Morgan (JPM.N: Quotazione) in calo del 5% e Wells Fargo (WFC.N: Quotazione) del 10,8%.

In forte ribasso di oltre il 12,7% anche i titoli quotati a Francoforte delle due banche.

"E' un segnale forte: i mercati si aspettano che la loro nazionalizzazione sia altamente probabile", dice Mike Holland, fondatore di Holland & Co.

"L'aspettativa è chiaramente che gli azionisti vengano effettivamente estromessi".

Il portavoce di Citigroup Jon Diat ha commentato in una nota via e-mail che la base del capitale della banca è "molto forte" e che il Tier-1 è "tra i più alti del settore".

Il portavoce di Bank of America a Londra ha preferito non commentare.   Continua...