Usa, procura New York avvia indagini su scambi Cds

lunedì 20 ottobre 2008 18:10
 

NEW YORK, 20 ottobre (Reuters) - La procura Federale e quella di New York hanno avviato un'ampia indagine sul mercato dei Credit default swap per capire se i dati sui Cds siano stati manipolati dagli investitori per mettere sotto pressione i titoli finanziari durante la crisi globale del credito.

I Pm stanno indagando sulla possibilità che gli investitori abbiano spinto al rialzo i prezzi delle transazioni sui Cds riportati ai 'data provider' ma senza mai chiudere le transazioni relative.

Il rialzo dei prezzi sui Cds, indicando una maggior rischio di default, ha fatto scendere le quotazioni delle banche nel corso dell'ultimo anno.

Michale Garcia, il Pm federale di Manhattan e il procurature generale di New York, Andrew Cuomo, hanno detto a Reuters di avere unito le forze per indagare sul mercato di Cds, senza commentare sulle società o sui singoli individui sotto indagine.

"Gli sforzi dell'ufficio della procura Usa, il cui ruolo principale sarà quello di determinare eventuali violazioni della legge federale, coadiuverà il più ampio mandato dell'ufficio generale della procura", ha detto in una nota l'uffico di Garcia.

L'ufficio di Cuomo, ha detto di aver emesso notifiche per cercare dei dati presso i diversi attori del mercato finanziario inclusi le borse, hedge fund e tre società che elaborano gli scambi sugli swap: la Depository Trust Clearing, il data provider sui Cds Markit, e Bloomberg.