Fondi immobiliari, closing P.Nuova Varesine da 900 mln - Hines

venerdì 20 novembre 2009 17:38
 

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Hines Italia SGR annuncia il perfezionamento del closing del fondo Porta Nuova Varesine, che avrà un patrimonio complessivo di circa 900 milioni di euro.

Lo dice una nota di Hines, precisando che Varesine è stato costituito tramite apporto dell'area Varesine a Milano, che include 12 edifici di cui 3 a destinazione terziaria e 6 a destinazione residenziale.

La società Varesine Srl ha sottoscritto quote per 73,5 milioni via apporto dell'area, mentre Varesine Sarl si è impegnata a sottoscrivere quote per 91,2 milioni.

Investitori istituzionali che partecipano indirettamente al fondo includono Fondiaria Sai FOSA.MI, Galotti, Premafin PRAI.MI, Immobiliare Milano Assicurazioni e i due fondi immobiliari MHREC (Monte Paschi Hines Real Estate Crescita (BMPS.MI: Quotazione)) e HEDF (Hines European Development Fund), quest'ultimo con grossi investitori internazionali tra cui Calpers, maggior fondo pensione pubblico americano.

Ad accollarsi le linee di credito - 700 milioni - un pool di banche guidato da EuroHypo insieme a Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), Popolare Milano (PMII.MI: Quotazione) e MCC.

Hines aveva recentemente avviato il fondo Porta Nuova Garibaldi, che insieme a Porta Nuova Varesine rappresenta complessivamente investimenti per complessivi 1.850 milioni di euro circa e rende la SGR il maggior gestore di fondi di sviluppo immobiliare in Italia.

Gli appalti Varesine sono in fase di gara con il primo lotto relativo ai tre edifici terziari affidato alle cooperative Unieco e CMB, mentre il collocamento della componente residenziale è stato avviato con il primo lotto dell'edificio Solaria che sarà il palazzo ad uso residenziale più alto in Italia.

Dopo il perfezionamento dei primi due fondi, ricorda la nota, Hines sta per avviare il collocamento di fondi specializzati dedicati ad investitori istituzionali italiani.