PORTAFOGLI-Diaman rientra su borse, corporate occasioni migliori

giovedì 22 gennaio 2009 14:48
 

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Assente sui listini azionari da giugno, Diaman Sim sta effettuando un graduale rientro sulle borse, soprattutto giapponesi ed europee. Ritiene tuttavia che sarà da verificare la tenuta del recente mini-rally, già messo in discussione dal ritorno dei timori per la salute del settore bancario e per la recessione globale.

"Se il mercato replicasse un'altra settimana come quella scorsa, i nostri modelli ci diranno di uscire", avverte il fondatore e amministratore unico Daniele Bernardi in un'intervista a Reuters, ricordando che la società di advisory finanziario si avvale di modelli matematici con verifica settimanale.

"Il mercato in cui ritengo ci sia più valore in questo momento è quello dei corporate", spiega.

L'esposizione alle borse viene assunta sulla linea flessibile basata sulla logica "trend follower", la metodologia quantitativa che ha regalato le maggiori soddisfazioni dallo scoppio della crisi finanziaria nell'estate 2007.

"Nell'ultimo mese siamo entrati sul Giappone - anche perchè lo yen si è rivalutato e il nostro modello indica che il mercato sta crescendo - e in Europa. Siamo entrati sull'oro e su singoli settore come l'Healthcare, il resto è monetario", aggiunge.

Grossa parte dei clienti - solo istituzionali - che Diaman aiuta nelle scelte di investimento e nel controllo del rischio con l'ausilio di modelli matematici, utilizza proprio questa metodologia di timing principalmente su fondi comuni di investimento.

"Di conseguenza nel 2008 le perdite sono state molto limitate nell'ordine del 5-8% perchè siamo usciti dal mercato a gennaio e, salvo qualche puntata in primavera, siamo sempre stati fuori", prosegue Bernardi. Tra i clienti della sim ci sono Hypo Tirol Bank, Banca Patrimoni Sella & C., Zenit sgr e Sella Gestioni sgr.

Secondo il manager, dopo gli insuccessi dell'anno scorso, il 2009 sarà l'anno della riscossa anche della metodologia quantitativa "relative strengh" - in voga fra i fondi hedge - per effettuare la selezione di titoli e fondi. In particolare, "si tornerà a poter generare alfa con continuità dato che la congestione di attori che utilizzavano queste metodologie si sta drasticamente riducendo".

BOND ENI, INTESA SP, GENERALI IN SELEZIONE CORPORATE EUROPA   Continua...