Scudo, almeno 50% masse perse se scadenza resterà 15/12 - Kairos

giovedì 19 novembre 2009 15:11
 

MILANO, 19 novembre (Reuters) - Se il termine per aderire alla scudo fiscale resterà il 15 di dicembre di quest'anno una metà almeno delle masse potenziali in afflusso andrà persa.

Ne è convinto Paolo Basilico, AD di Kairos. "Si perderanno almeno il 50% delle masse se la scadenza verrà mantenuta al 15 dicembre", ha detto Basilico nel corso di un incontro organizzato per i dieci anni di attività del gestore indipendente.

Quella di metà dicembre è una "scadenza capestro" secondo il manager, in particolare per lo smobilizzo dei portafogli più complessi.

"Metà aprile era una data intelligente", ha aggiunto Basilico, riferendosi al termine per la presentazione della dichiarazione riservata previsto originariamente dal decreto di luglio.

Basilico prevede per lo scudo fiscale "un successo in termini di numeri" dovuto al mutamento di percezione dell'offshore e ai cambiamenti sul segreto bancario.

"Il cliente non si sente più protetto dall'offshore e il segreto bancario non esiste più come si intendeva una volta", ha spiegato.

Il gruppo di asset management, che oggi gestisce un patrimonio di 4,4 miliardi di euro rappresentato al 65% da clientela privata, ha detto di non essere interessato ad acquisire reti distributive.

"L'arena della distribuzione in Italia è un business diverso", ha osservato Basilico. "Il fatto di non avere canali distributivi ci ha protetto dai conflitti di interesse".

I fondi tradizionali incidono per la maggior parte sul patrimonio complessivo, rappresentando 2,539 miliardi mentre 1,284 miliardi sono riconducibili all'attività multimanager e 527 milioni ai fondi alternativi.   Continua...