Ue, servono regole per tutti, non c'è eccesso - Bini Smaghi

venerdì 19 giugno 2009 11:23
 

MILANO, 19 giugno (Reuters) - Una riforma delle regole finanziarie non può prescindere dalla necessità di ricondurre a un quadro normativo quelle aree dell'attività finanziaria finora non disciplinate.

Lo ha dichiarato il membro del consiglio esecutivo della Bce, Lorenzo Bini Smaghi, a margine di un convegno in Bocconi.

"Oggi non c'è un problema di sovraregolamentazione ma c'è il problema di portare le aree non regolamentate all'interno della regolamentazione. Chiaramente chi non era regolamentato non vuole essere regolamentato e parla di sovraregolamentazione, ma il fatto che non fosse regolamentato è stata una delle origini della crisi".

Bini Smaghi ha citato esplicitamente banche di investimento, hedge fund e strumenti come i derivati tra le aree finora esenti da una specifica disciplina.

Il banchiere ha sottolineato l'esigenza di uniformare la vigilanza finanziaria in Europa e le resistenze che questo obiettivo solleva in alcuni casi.