Ferrero e Hershey discutono offerta congiunta per Cadbury

mercoledì 18 novembre 2009 09:35
 

PHILADELPHIA / MILANO, 18 novembre (Reuters) - Potrebbe essere un'offerta congiunta di Ferrero e dell'americana Hershey (HSY.N: Quotazione) a fornire a Cadbury CBRY.L i mezzi per difendersi dal tentativo di acquisizione di Kraft KFT.N.

Lo afferma una fonte vicina alle trattative fra i due potenziali partner nell'offerta, precisando però che i colloqui sono ancora in fase "preliminare, alle primissime tappe del processo".

L'ipotesi di un'alleanza tra il gruppo italiano e altri soggetti a sostegno Cadbury, che ha rifiutato un'offerta da 16,7 miliardi di dollari da parte di Kraft giudicandola "irrisoria", era già comparsa sul Sole 24 Ore ieri. Nella nottata italiana, dagli Usa è arrivato il nome del possibile partner dell'azienda piemontese.

Il Wall Street Journal scrive oggi che Hershey potrebbe addirittura considerare di andare avanti da sola e che sta discutendo con JP Morgan (JPM.N: Quotazione) e Bank of America (BAC.N: Quotazione) una linea di credito per finanziare l'operazione.

Secondo Erin Swanson, analista di Morningstar, "né Ferrero, né Hershey sono in una posizione finanziaria tale da potersi permettere di rilevare Cadbury ciascuna da sola".

Ferrero e Cadbury non sono raggiungibili per un commento, ma il gruppo inglese, secondo una fonte vicina alla situazione, pur non avendo al momento avuto contatti con Ferrero sarebbe disponibile a prendere in considerazione un'offerta valida.

"Cadbury non è stata contattata da Ferrero e non è in vendita, ma la società darebbe la giusta attenzione a un'offerta adeguata e nell'interesse degli azionisti", dice la fonte.

Nei primi scambi a Londra Cadbury guadagna oltre l'1,2%. Ieri sera, sulle voci dei colloqui con Ferrero, Hershey ha invece perso circa il 6% nel mercato afterhours a Wall Street.