PUNTO 1 - Francia, fondo governo al 5,1% in biotech NicOx

mercoledì 18 novembre 2009 18:19
 

(riscrive con private placement, chiusura titolo)

PARIGI, 18 novembre (Reuters) - La società biotecnologica italo-francese NicOx (NCOX.PA: Quotazione) ha raccolto 30 milioni di euro attraverso un private placement di azioni, finalizzato ad accelerare la commercializzazione del farmaco naproxcinod.

In mattinata, NicOx aveva annunciato un progetto di raccolta di nuove risorse finanziarie per 100 milioni.

Il private placement è stato sottoscritto per 20 milioni di euro dal fondo governativo Fsi, creato per sostenere le imprese durante la crisi, che, di conseguenza, ha in mano il 5,1% del capitale di NicOx.

La seconda parte dell'operazione di fund raising prevede un'emissione azionaria, destinata agli azionisti esistenti, "appena le condizioni di mercato lo permetteranno".

Il Fsi ha espresso l'intenzione di sottoscrivere l'aumento di capitale pro-quota e per un ammontare ulteriore.

Il private placement è stato effettuato al prezzo di 7,50 euro per azione. Il titolo NicOx, che in mattinata si era spinto sino a 8,87 euro, ha terminato in calo del 3,82%, a 7,79 euro.

Naproxcinod è un farmaco anti-infiammatorio destinato alla cura della osteoartrite senza aumentare la pressione sanguigna. Alcuni analisti, considerandolo un potenziale concorrente del Celebrex targato Pfizer (PFE.N: Quotazione), ritengono che il farmaco di NicOx potrà raggiungere vendite per almeno 1 miliardo di dollari.

L'Ad di NicOx, l'italiano Michele Garufi, ha spiegato che le risorse finanziarie serviranno ad avvicinare il naproxcinod alla commercializzazione. E' probabile che il fund raising accelererà la ricerca di un partner per la vendita del farmaco negli Stati Uniti. La Fda ha accettato la domanda di NicOx e si pronuncerà sulla commercializzazione il prossimo 24 luglio.