Borse alternative, soci piattaforma Turquoise confermano impegno

giovedì 18 settembre 2008 15:20
 

LONDRA, 18 settembre (Reuters) - Lo tsunami della finanza Usa e la serie di M&A che potrebbe stravolgere il gotha di Wall Street non cambiano l'impegno dei soci della piattaforma borsistica Turquoise, creata dai big della finanza internazionale.

Lo ha detto oggi a Reuters il Ceo Eli Lederman, dopo che voci di un allontanamento degli investitori dalle borse alternative in tempi difficili sta facendo volare i titoli quotati delle società mercato "ufficiali" come Deutsche Boerse (DB1Gn.DE: Quotazione) (oggi alle 15 in rialzo di oltre 6%) e London Stock Exchange (LSE.L: Quotazione), la capogruppo anche della borsa milanese le cui azioni avanzano del 12,5% circa.

"La proposta di fusione di Bank of America a Merrill Lynch non farà diminuire l'interesse (dei soci che) mi hanno dato ogni dimostrazione che la loro partecipazione non sarà toccata da questo tipo di sviluppi societari".

Sia Merrill Lynch MER.N che Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) - di cui sono annunciate da più fonti le trattative con Wachovia - sono tra i nove istituti promotori di Turquoise.

Per Reginald Veit, analista di Oppenheim, se scomparissero alcune delle investment bank fondatrici, "pensando a quello che potrebbe accadere a Turquoise, Chi-X e altre (piattaforme) si crea per Deutsche Boerse una occasione strategica di riguadagnare quote di mercato".

Un portavoce Turquoise ha detto che gli scambi restano "molto buoni" e confortano l'obiettivo di arrivare a conquistare il 5% del volume delle borse europee per fine anno.