PUNTO 1- Wall Street in calo su paura ulteriori perdite subprime

lunedì 18 agosto 2008 17:44
 

(riscrive parzialmente, aggiungendo dettagli e andamento singoli titoli e aggiorna quotazioni)

NEW YORK, 18 agosto (Reuters) - Wall Street si consolida in territorio negativo, dopo un'apertura positiva. A pesare sui listini americani la debolezza del settore finanziario, in particolare dei colossi dei mutui Fannie Mae FNM.N e Freddie Mac FRE.N, trascinato al ribasso dal timore che la crisi dei subprime porti a ulteriori perdite.

A controbilanciare la discesa dei titoli americani interviene tuttavia il petrolio: in una giornata altalenante caratterizzata da flessioni in positivo e negativo di oltre un dollaro, il futures sul Nymex a settembre scende, intorno alle 17,20, di 1,77 dollari, a 112 dollari al barile, ai minimi della giornata.

Le azioni di Fannie Mae e Freddie Mac FRE.N hanno perso oltre il 10% sulla scia delle indiscrezioni stampa del quotidiano Barron su una possibile ricapitalizzazione da parte del Tesoro americano, una manovra che diminuirebbe il valore della partecipazione azionaria.

Ad aumentare le preoccupazioni è anche la notizia, riportata dal Wall Street Journal, secondo cui alcuni analisti prevedono perdite da oltre 1,8 miliardi di dollari nel terzo trimestre per la banca di investimento Lehman Brothers LEH.N. Un annuncio che provoca un calo superiore al 2% del titolo e che potrebbe portare Lehman a cercare di ottenere ulteriore capitale, dopo i 6 miliardi di dollari raccolti a giugno.

"Siamo ancora alle prese con la crisi del credito", commenta Steve Goldman, strategista di Weeden & Co a Greenwich, in Connecticut. "C'è il rischio che Fannie Mae e Freddie Mac prendano capitale dal governo".

Anche le azioni di Bank of America (BAC.N: Quotazione), la seconda banca statunitense, perdono oltre il 2%, contribuendo al ribasso dell'intero indice S&P 500.

In calo di circa l'1% anche la società di servizi tecnologici International Business Machines (IBM.N: Quotazione) e il motore di ricerca Google (GOOG.O: Quotazione).   Continua...