Wall Street,indici a -3% su paura per finanziari, Morgan S.-40%

mercoledì 17 settembre 2008 17:35
 

NEW YORK, 17 settembre (Reuters) - Si portano sui minimi di seduta gli indici di Wall Street, con una caduta che arriva a superare il 3% dopo il deciso recupero della vigilia ancora una volta innescata dal netto storno dei finanziari.

Metabolizzato il salvataggio pubblico dell'assicuratore Aig (AIG.N: Quotazione), i cui titoli accusano oggi un pesante -45%, gli investitori si interrogano anche sulla nuova discesa in campo del dipartimento del Tesoro, che ha annunciato un piano di emissioni straordinarie di titoli a breve termine per un controvalore di 40 miliardi di dollari per compensare almeno in parte il maxi-prestito da 85 miliardi a favore di American International Group.

Mentre aumentano le tensioni sul mercato dell'interbancario gli investitori iniziano a domandarsi chi possa essere la prossima società finanziaria a cedere sotto il peso delle stringenti condizioni del credito. L'indice S&P dei finanziari .GSPF perde oltre il 7%.

Profondo rosso per Morgan Stanley (MS.N: Quotazione), in calo di circa il 40% con una parte delle obbligazioni ormai a livello 'distressed', dopo che la Cnbc ha riportato che la banca d'investimento sta valutando se rimanere indipendente o fondersi con una banca commerciale. Il titolo scende nonostante ieri a mercati chiusi la banca abbia riportato risultati trimestrali migliori delle attese degli analisti.

In forte calo anche Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) (-20%) al centro di numerosi tagli sulle prospettive di utili da parte di broker.

Nel comparto tlc molto male Nortel NT.N NT.TO, in calo di oltre 40% dopo la revisione al ribasso delle stime sulle vendite e margini lordi.

Verso le 17,30 italiane il Dow Jones .DJI cede il 3%, lo Standard & Poor's 500 .SPX scivola del 3,65% e il Nasdaq .IXIC del 3,63%