Aeroporti, Rreef e Babcock si ritirano da gara per Gatwick

martedì 17 febbraio 2009 13:10
 

LONDRA, 17 febbraio (Reuters) - La cordata formata dal fondo Rreef Infrastructure di Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione) e Babcock & Brown BNB.AX si è ritirata dalla corsa per l'acquisizione dell'aeroporto di Gatwick.

E' quanto ha affermato un portavoce di Rreef.

La marcia indietro di Rreef e B&B arriva il giorno dopo il ritiro dall'asta del raggruppamento guidato dall'operatore di private equity 3i (III.L: Quotazione).

L'attuale proprietario di Gatwick, il gruppo spagnolo Ferrovial (FER.MC: Quotazione), secondo gli analisti, punta a ricavare 2 miliardi di sterline dalla cessione.

"Siamo completamente fuori", ha spiegato il portavoce di Rreef, adducendo come motivazioni una due diligence dai tempi stretti e le difficoltà ad ottenere finanziamenti in questa fase.

Alla luce dei due ritiri, la corsa per aggiudicarsi l'aeroporto di Gatwick si è ridotta a due contendenti: Global Infrastructure Partners (Gip), una joint venture fra General Electric (GE.N: Quotazione) e Credit Suisse CSGN.VX, e la cordata formata dalla divisione infrastrutturale di Citigroup (C.N: Quotazione), Vancouver Airport Services e John Hancock Life Insurance Company, che ha adottato il nome di Lysander Gatwick Investment Group.

Interessati al dossier, secondo quanto riferito nel gennaio scorso da una fonte, sono anche Manchester Airports Group e la canadese Borealis, ma non è chiaro se l'accoppiata abbia presentato o meno un'offerta formale.

Il passo indietro di due cordate si sta traducendo in una flessione di Ferrovial a Madrid: attorno alle 13 italiane, il titolo perde il 4,69%, a 20,33 euro, sui minimi di seduta.