PUNTO 1 - Citigroup, trimestre in utile grazie a jv Smith Barney

venerdì 17 luglio 2009 15:32
 

NEW YORK, 17 luglio (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 4,3 miliardi di euro, grazie a un beneficio straordinario di 6,7 miliardi dovuto all'accordo siglato per una joint-venture nel brokerage tra la controllata Smith Barney e l'omologa divisione Morgan Stanley (MS.N: Quotazione).

Secondo le regole contabili Usa, infatti, Citigroup deve calcolare il mark up sull'intera quota nella joint-venture, di cui Morgan Stanley detiene il 51%.

L'utile, che calcolato per azione è pari a 49 cent, si confronta con una perdita di 2,5 miliardi di un anno prima (55 cent).

I ricavi trimestrali sono saliti del 71% a 30 miliardi, rialzo quasi interamente dovuto all'operazione Smith Barney.

Gli analisti sentiti da Reuters avevano indicato in media per il trimestre una perdita di 31 cent per azione.

I costi relativi al credito sono aumentati di 12,4 miliardi, inclusi 3,9 miliardi di riserve addizionali per le perdite su crediti.

Il Tier 1 a fine trimestre è salito a circa il 12,7%.

Citigroup ha annunciato tagli al personale per circa 30.000 unità dai primi tre mesi dell'anno e a oggi conta 96.000 dipendenti.

Il titolo, che saliva preborsa del 2,3%, apre in calo più deciso di oltre 3,5% a 3,14 euro.   Continua...