PUNTO 1-B.America,netto trim2 in calo,crisi impatterà resto anno

venerdì 17 luglio 2009 13:51
 

(riscrive aggiungendo dettagli, commenti analisti)

NEW YORK, 17 luglio (Reuters) - Bank of America (BAC.N: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre con un utile in calo a causa dell'aumento dei crediti problematici e del calo di clienti per carte di credito e mutui.

L'utile netto è infatti sceso del 5% a 3,22 miliardi, calcolato prima dei dividendi alle azioni privilegiate.

L'utile netto attribuibile agli azionisti ordinari mostra un calo del 25% a 2,42 miliardi, pari a un dato per azione di 33 cent.

I ricavi, invece, hanno beneficiato dell'acquisizione di Merrill Lynch e sono saliti del 61% a 32,77 miliardi (o del 60% a 33,1 milioni a perimetro equivalente). Le attese degli analisti sentiti da Reuters convergevano su un eps di 29 cent e ricavi per 33,3 miliardi di euro.

"Le difficili sfide che si nascondono dietro la persistente debolezza dell'economia globale, la crescente disoccupazione e il deterioramento della qualità del credito influenzeranno la nostra performance per il resto dell'anno e il 2010", ha commentato nella nota il Ceo Kenneth Lewis.

Nel periodo l'istituto ha registrato accatonamenti di 13,4 miliardi di euro a fronte di perdite su crediti, dato stabile rispetto al primo trimestre. Le riserve per eventuali perdite su crediti sono state elevate di 4,7 miliardi.

Il Tier 1 è pari al 11,93%.   Continua...