Goldman vede opportunità in distressed, no a banca commerciale

martedì 16 settembre 2008 16:49
 

NEW YORK, 16 settembre (Reuters) - Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) non ha bisogno di acquisire una banca commerciale secondo il suo direttore finanziario, che vede invece opportunità nei cosiddetti 'distressed asset', per i quali peraltro non ci sono molti venditori sul mercato.

Parlando dopo la diffusione dei risultati trimestrali della banca d'affari Usa, il Cfo David Viniar dice che Goldman ha ridotto rispetto a un anno fa l'esposizione ai prestiti a leva a 8 da 52 miliardi di dollari.

La riduzione è stata "dolorosa", precisa Viniar, e ha determinato perdite per 3 miliardi di dollari.

Per Viniar, inoltre, il lavoro arretrato nell'investment banking è aumentato nel terzo trimestre. La divisione asset management tuttavia ha visto uscite nette di capitali pari a 7 miliardi di dollari.

Per Viniar la fusione con una banca commerciale è "fuori discussione". Senza, infatti, Goldman "sembra che sia riuscita a competere adeguatamente" finora. Una combinazione tra banche d'affari e non è una delle soluzioni ipotizzate per consentire alle prime di affrontare l'attuale momento di difficoltà sui mercati.