PUNTO 2 - JPM batte attese in trim2 ma preoccupa qualità credito

giovedì 16 luglio 2009 17:51
 

(cambia titolo, accorpando pezzi precedenti e aggiorna quotazione)

NEW YORK, 16 luglio (Reuters) - JP Morgan (JPM.N: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre con utili superiori alle attese grazie all'andamento dei comparti 'core consumer' e investment banking, che hanno controbilanciato il balzo delle perdite su crediti.

Ma il colosso bancario Usa ha anche avvertito che la qualità del credito nei segmenti ipoteche e carte di credito si sta deteriorando e l'iniziale rialzo preborsa delle quotazioni è stato presto smentito, trasformandosi in un meno 1% a un'ora e mezza dalla campanella di Wall Street.

La banca ha registrato nel secondo trimestre un utile netto di 2,72 miliardi di dollari, pari a 28 cent per azione, contro attese per un Eps di soli 4 centesimi. I ricavi totali sono cresciuti del 41% a 27,71 miliardi contro attese per 25,91 miliardi.

JP Morgan, che ha annunciato di aver rimborsato per intero i 25 miliardi presi nell'ambito del programma di sostegno (Tarp) del governo Usa, ha chiuso il trimestre con accantonamenti di 9,7 miliardi - il doppio del trimestre 2008 - e il Ceo Jamie Dimon ha dichiarato la sua fiducia nell'essere riuscito a sfuggire al peggio della crisi.

Sul fronte patrimoniale JP Morgan può vantare un Tier 1 calcolato a fine trimestre del 9,7% e tra le 6 maggiori protagoniste della finanza Usa è stata l'unica a non avere un trimestre in rosso dall'inizio della recessione nel 2007.

CREDITO AL CONSUMO IN ROSSO   Continua...