Aeroporti, cordata con 3i si ritira da gara per Gatwick - fonte

lunedì 16 febbraio 2009 12:57
 

LONDRA, 16 febbraio (Reuters) - Il consorzio formato dal fondo nelle infrastrutture (3IN.L: Quotazione) creato dal gruppo di private equity 3i (III.L: Quotazione) e da due fondi pensione canadesi si è ritirato dall'asta per l'aeroporto londinese di Gatwick.

E' quanto riferisce una fonte vicina alla vicenda, sottolineando che il consorzio non è disposto a offrire il prezzo richiesto da Ferrovial (FER.MC: Quotazione), il gruppo spagnolo a cui fa capo Gatwick, ovvero, secondo le stime degli analisti, circa 2 miliardi di sterline.

L'indiscrezione si sta traducendo in una flessione del titolo Ferrovial, che a Madrid perde il 3,58%, a 21,52 euro, sui minimi di seduta. Il titolo 3i, a Londra, è poco variato, così come la divisione infrastrutture dell'operatore di private equity britannico.

"Dopo aver valutato la situazione con grande attenzione, il consorzio ha deciso di congelare le attività legate al deal", ha spiegato la fonte. Se Ferrovial dovesse abbassare le pretese di prezzo, il consorzio con 3i, Ontario Teachers' Pension Plan e Canada Pension Plan tornerebbe in corsa.

Ferrovial, che controlla Baa, ovvero il gestore di sette aeroporti britannici, ha messo in vendita Gatwick l'anno scorso, allo scopo di ricavare fondi da destinare alla riduzione del debito, che a fine settembre ammontava a 28,6 miliardi di euro.

All'inizio di febbraio, l'AD di Ferrovial, Joaquin Ayuso, ha detto a Reuters che punta a chiudere la cessione entro la fine di marzo o all'inizio di aprile.

Escludendo la cordata guidata da 3i, Gatwick vede in corsa ancora tre consorzi, ovvero: Global Infrastructure Partner (Gip), una joint venture fra General Electric (GE.N: Quotazione) e Credit Suisse CSGN.VX, che controlla il London City Airport; una partnership fra Rreef Infrastructure, la divisione infrastrutture di Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), e Babcock & Brown BNB.AX; un raggruppamento, chiamato Lysander Gatwick Investment Group, formato dalla divisione Citi Infrastructure Investors di Citigroup (C.N: Quotazione), Vancouver Airport Services e John Hancock Life Insurance Company.

Il dossier, secondo quanto riferito il mese scorso da una fonte, è anche sul tavolo dell'accoppiata Manchester Airports Group-Borealis.

L'Antitrust britannica ha imposto a Baa-Ferrovial la cessione di alcuni scali per incrementare la concorrenza. Di conseguenza, oltre a Gatwick, dovrebbero finire presto sul mercato Stansted e un aeroporto scozzese.