Usa, mercoledì test per Obama su riforme regole finanziarie

lunedì 15 giugno 2009 11:04
 

WASHINGTON, 15 giugno (Reuters) - Mercoledì prossimo l'amministrazione Usa presenterà il piano per rafforzare la regolamentazione finanziaria, mettendo alla prova la propria capacità di imbrigliare le potenti lobby finanziarie.

Istituzioni creditizie e società finanziarie stanno premendo su Washington per un allentamento del piano, che è in discussione da sei mesi e punta a colmare i vuoti messi in luce dalla crisi finanziaria.

Un'audizione del segretario del Tesoro Usa, Timothy Geithner, è in calendario al Congresso per giovedì prossimo.

Tra le novità significative ci sarà la creazione di un consiglio per il controllo dei rischi sistemici e l'affidamento di nuove responsabilità alla Federal Reserve.

Il consiglio si occuperà di tenere sotto controllo i rischi sistemici e avrà il potere di prendere il controllo e riorganizzare anche imprese finanziarie non bancarie. Probabilmente il consiglio per il controllo dei rischi sistemici non sarà creato ex-novo, ma sarà costituito presso la Fdic, la Federal deposit insurance corp che ha già potere 'risolutivo' per le banche.

Si attende, inoltre, un pacchetto di modifiche alla corporate governance Usa che aumenti i controlli sugli stipendi dei manager.

Saranno inserite nel piano anche nuove regole per gli hedge fund e per i mercati dei derivati over-the-counter, insieme alla proposta di creare un'agenzia per proteggere la sicurezza dei consumatori nei confronti delle banche riguardo a un ampio spettro di prodotti finanziari.

Un esempio, invece, di una parziale ritirata dell'amministrazione rispetto alle intenzioni iniziali è rappresentato dal fatto che le attuali agenzie di regolamentazione - la Sec e la Commodity futures trading commission - non verranno sottoposte alla radicale riorganizzazione pianificata in precedenza.

La supervisione bancaria verrà riformata e resa più efficiente anche se la creazione di una singola autorità di regolamentazione per tutte le istituzioni creditizie sembra essere stata archiviata.

Sabato a Lecce, i ministri delle Finanze del Gruppo degli Otto hanno promesso "un rafforzamento del loro impegno sulla definizione di standard internazionali su proprietà, integrità e trasparenza per la finanza internazionale. I ministri hanno preparato per i capi di Stato e di governo che si incontreranno a L'Aquila a luglio un documento su questi principi definito 'Lecce Framework', frutto di un'iniziativa partita lo scorso febbraio e caldamente sponsorizzata dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.