Caso Madoff "disturbante" per fondi hedge, servono garanzie-Aima

lunedì 15 dicembre 2008 16:04
 

LONDRA, 15 dicembre (Reuters) - I fondi hedge ritengono "molto disturbante" lo scandalo Bernard Madoff ma auspicano che la severa lezione di questo caso serva a migliorare la trasparenza delle operazioni e garanzie per gli investitori.

Lo dice l'organismo associativo del settore Aima (Alternative Investment Management Association).

"Chiaramente, c'è una lezione da imparare, deve essere assicurata la restituzione agli investitori, mentre i processi e i meccanismi di salvaguardia vanno migliorati per evitare che si ripetano situazioni del genere", ha detto un portavoce.

Aima, basata a Londra ma con 1.280 associati in tutto il mondo, parla mentre si allunga la lista delle banche coinvolte dalla sospetta frode per 50 miliardi di dollari dell'ex trader di Wall street e fondatore del hedge Madoff Securities.

Aima e la sua omologa Usa Managed Funds Association (Mfa) sono sempre state forti sostenitrici di codici di autodisciplina per evitare una regolamentazione imposta dall'alto al settore. Per decenni, l'argomentazione degli hedge è stata che regole severe come quelle che governano i fondi comuni non servono a un comparto i cui clienti sono più ricchi e più esperti, quindi meno bisognosi di tutele.

Anche oggi Aima definisce il caso Madoff "una situazione straordinaria", ma questa volta evitare una stretta normativa pare difficile.

Antonio Borges, presidente del Hedge Fund Standards Board che sovraintende alla autoregolamentazione dei fondi speculativi, premette l'importanza dell'indipendenza tra processi amministrativi e valutativi. Ma riconosce "l'esigenza di robuste pratiche di governance e di controllo attraverso organismi indipendenti che sorveglino le procedure e i comportamenti dei gestori" si legge in una nota.