PUNTO 1 - S&P taglia rating BofA a "AA-", Moody's potrebbe

lunedì 15 settembre 2008 18:26
 

(Aggiunge comunicato Moody's in terzo paragrafo, Fitch in ultimo)

15 settembre (Reuters) - Dopo il recentissimo annuncio del deal da quasi 50 miliardi tra le due banche, S&P ha tagliato i rating di Bank of America (BAC.N: Quotazione) mettendola sotto osservazione con implicazioni negative, mentre il rating di Merrill Lynch LEH.N è sotto osservazioni con implicazioni "in evoluzione".

Il rating BofA di controparte a lungo termine scende di una tacca a "AA-" da "AA" e l'agenzia di rating spiega che l'acquisto di Merrill metterà sotto pressione la struttura patrimoniale dell'acquirente già impegnata nell'acquisto di Countrywide.

Moody's si è invece limitata a porre i rating di BofA "on review" per un declassamento, ma intanto non cambia il giudizio "Aa2", mentre per Merrill l'attuale "A2" potrebbe essere migliorato.

S&P a proposito di Merrill Lynch aggiunge una valutazione positiva sulla capacità della banca di mantenere le sue posizioni di forza nei segmenti dell'investment banking, nel brokeraggio e nella gestione del risparmio.

I rating delle controllate BofA sono stati abbassati in linea con la capogruppo e sia per la holding company che per le controllate si registra una messa sotto osservazione del rating con implicazioni negative.

I rating di controparte Merrill Lynch - incluso quello della holding a lungo ad 'A' e a breve ad 'A-1' e quelli delle società correlate - sono tutti posti in CreditWatch con implicazioni in evoluzione: un modo di dire che potrebbero essere alzati, abbassati o confermati.

Sia il declassamento BofA che la messa sotto osservazione con implicazioni negative "riflettono i rischi dell'acquisizione Merrill Lynch nell'attuale contesto di turbolenza del mercato" è la spiegazione dell'analista S&P John Bartko.

Tra i fattori negativi che connotano l'acquisto di Merrill, l'innalzamento della componente di rischio legata al segmento abitativo, principalmente attraverso gli asset rappresentati da CDO (collateralized debt obligations) legati a titoli subprime del tipo RMBS, dice S&P che non ritiene "di poter escludere la possibilità di nuove svalutazioni".

Sull'operazione ha detto la sua anche Fitch Ratings, confermando il giudizio su Bank of America e cambiando l'indicazione su Merrill Lynch a "in evoluzione" con maggior possibilità di un rialzo. Il rating Fitch su entrambe le banche è "A+".