Safilo, Berggruen mira ancora a fusione, pronto a investire-Sole

martedì 14 luglio 2009 07:52
 

MILANO, 14 luglio (Reuters) - La società di private equity Berggruen Holding non si rassegna al rifiuto avanzato da Safilo (SFLG.MI: Quotazione) alla proposta di fusione con la sua controllata Fgx International.

A dirlo è il miliardario Nicolas Berggruen in un'intervista a Il Sole 24 Ore, precisando di essere pronto a iniettare nuovo capitale in Safilo, sebbene non sia ancora possibile una quantificazione dell'investimento.

"La Berggruen Holding sta guardando a nuove opportunità di investimento e Safilo è una buona società, con marchi prestigiosi, prodotti validi e una rete di distribuzione interessante", ha detto. "L'integrazione con Fgx renderebbe più forte Safilo. Inoltre siamo pronti a iniettare nuovo capitale".

La proposta, spiega, era per una fusione che tenesse distinte le due società nella produzione, distribuzione e management, all'interno di un'operazione di ristrutturazione finanziaria. L'integrazione, continua Berggruen, potrebbe aprire a Safilo il mercato di massa, oltre a quello del lusso.

"(Safilo) potrebbe soltanto guadagnare dalla diversificazione dei prodotti e delle tecnologie", ha affermato chiedendo la possibilità di incontrare la famiglia Tabacchi, il management e le banche per spiegare il progetto a accedere alla fase di due diligence.

Fgx, attiva nel 'mass market', ha un equity value di 200 milioni di euro, un cash flow di 50 milioni di dollari e un indebitamento finanziario di 80 milioni di euro, scrive Il Sole 24 Ore.

Safilo ha ottenuto dalle banche una proroga al pagamento di una finanziamento scaduto il 30 giugno scorso, ma potrebbe aver bisogno di trovare un partner industriale oltre al semplice private equity per assicurarsi un futuro.