Tlc, indiana Reliance vende controllata torri, deal da 5 mld dlr

venerdì 19 agosto 2011 13:10
 

MUMBAI, 19 agosto (Reuters) - L'indiana Reliance Communications (RLCM.NS: Quotazione) ha reclutato Ubs per cedere il 95% della divisione Reliance Infratel, attiva nelle torri di trasmissione, valutando l'asset 5 miliardi di dollari.

E' quanto riferiscono tre fonti vicine al dossier, aggiungendo che Reliance, controllata dal miliardario Anil Ambani, è in contatto con diversi investitori industriali e operatori di private equity.

I potenziali acquirenti, secondo due fonti, hanno sottolineato che, alla luce dell'indebitamento che grava su Reliance (7,5 miliardi di dollari), il prezzo richiesto è troppo alto, almeno di 1 miliardo di dollari.

Ubs UBSN.VX è in contatto con American Tower (AMT.N: Quotazione) e Crown Castle Internazional (CCI.N: Quotazione), con l'indiana Viom Networks e con Etisalat ETEL.AD, holding degli Emirati Arabi. La banca d'affari ha inviato il dossier Infratel anche ai colossi del private equity più attivi nel settore, ovvero Carlyle, Apax Partners e Blackstone (BX.N: Quotazione).

Le torri di trasmissione, secondo le stime gli analisti e sulla base dei deal passati, vengono valutate mediamente circa 100.000 dollari l'una. Infratel conta su un portafoglio di 50.000 torri e, pertanto, Reliance punterebbe ad incassare 5 miliardi di dollari.

Reliance vuole vendere Infratel per ridurre l'indebitamento prima di arrivare alla scadenza di un bond da 935 milioni di dollari, nel marzo dell'anno prossimo.